HomeNon parto senza: i 5 oggetti indispensabili da viaggioNon parto senza: i 5 oggetti indispensabili da viaggio

Non parto senza: i 5 oggetti indispensabili da viaggio

Non parto senza: i 5 oggetti indispensabili da viaggio

#Non parto senza

Molto spesso quando faccio la fila ai check in, mi trovo a guardare le valigie degli altri e pensare: “chissà cosa contengono”.

E cosa dire delle serate trascorse ai tavolini dell’ostello a discutere con gli altri viaggiatori di tutti gli accessori di viaggio che hanno scoperto su internet? Perché diciamocelo, noi vagabondi del mondo siamo curiosi per natura e soprattutto siamo sempre all’erta per scoprire – e copiare- il nuovo gadget che potrebbe esserci utile per la prossima avventura.

Quindi oggi – motivata anche dalla sfida lanciata da Silvia di trippando.it di condividere i 5 accessori che non possono mancare in valigia – ho deciso di “vuotare il sacco” e mostrarvene il contenuto, indicandovi quali sono i 5 oggetti indispensabili da mettere nello zaino.

 I 5 oggetti indispensabili da mettere nello zaino:

Questo è il contenuto tipico di ogni viaggio; non importa se verso il caldo o verso il freddo, se in Italia, Europa o Extra Europa.

Il mio zaino conterrà sempre questi 5 oggetti indispensabili:

  1. macchina fotografica con obiettivo 18/200 mm;
  2. pashmina;
  3. bolle di sapone;
  4. contenitore ermetico per cibo e posate di plastiche;
  5. balsamo di tigre

Non parto senza: i 5 oggetti indispensabili da viaggio

1 – La macchina fotografica con obiettivo 18/200 mm

Dopo aver trascorso viaggi a:

  • lamentarmi del peso della borsa fotografica
  • cambiare l’obiettivo in situazioni limite (ad esempio: aggrappata sul tetto di furgoni in corsa o nascosta sotto il pareo per non far entrare i granelli di sabbia nel corpo macchina)

ho deciso di partire con un solo obiettivo tuttofare, perfetto per le varie modalità di scatto nella fotografia di viaggio (copre moltissime lunghezze focali, dal grandangolo al teleobiettivo).

2- Pashmina

Anche la pashmina è un oggetto tuttofare che non può mancare nello zaino. Essa è infatti:

  • necessaria sui mezzi di trasporto per limitare i danni dell’aria condizionata;
  • utile al mare se usata come pareo;
  • perfetta da mettere in testa come turbante per ripararsi dal sole;
  • adatta per appoggiare il viso su cuscini non proprio pulitissimi negli ostelli. 

3- Le bolle di sapone

All’inizio le portavo con me solo nei viaggi verso paesi poveri per regalarle ai bambini e vederli meravigliarsi e sorridere. Adesso le porto sempre con me perché la risata di un bambino – in qualunque parte del globo – mi rende felice.

4- Contenitore ermetico per cibi e posate di plastica

Una delle cose che più amo fare durante i miei viaggi è andare al mercato di prima mattina: passeggio tra le bancarelle, osservo le usanze delle signore mentre fanno la spesa, guardo cosa comprano, come chiedono le cose. E poi mi piace scambiare quattro chiacchiere con i padroni delle bancarelle: domando come si cucina la tal cosa, chiedo ricette, consigli e poi compro.

Molto spesso quel bottino sarà il mio pranzo locale e dunque diventa necessario avere con se un contenitore per trasportarlo e delle posate per tagliarlo e mangiarlo.

Adesso voi penserete: “ok in estate ma in inverno non lo fai mica”. Purtroppo invece lo faccio anche in inverno: ho provato anche a mangiare seduta su una panchina di Riga nel mese di dicembre a -20 gradi. Certo va molto meglio nei mesi estivi quando quei contenitori si riempiono di insalate di pomodori o di formaggi ma non si può avere tutto dalla vita.

5- Balsamo di tigre

L’ho comprato da un vecchietto in Nepal che mi aveva convinta dopo avermi elencato le molteplici virtù di questo balsamo. In realtà li per li l’ho acquistato più perché quel signore era molto cortese e simpatico ma ho dovuto ricredermi, utilizzandolo in più occasioni e godendo dei benefici.

Ora lo uso per:

  • alleviare il prurito delle punture di zanzare o proprio per evitare di essere punta;
  • lenire la pelle arrossata dal sole/dal gelo;
  • mitigare gli effetti del raffreddore, spalmandolo sul petto o sulle mucose.

In conclusione, spero di avervi dato qualche dritta in più per il vostro prossimo viaggio e adesso attendo di sapere quali sono i vostri 5 oggetti indispensabili da mettere nello zaino  (o trolley per i più coraggiosi!!!).


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017: Occhi da viaggio, All Rights Reserved | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: