HomeLa Feria de Abril a SivigliaLa Feria de Abril a Siviglia

La Feria de Abril a Siviglia

La Feria de Abril a Siviglia

La Spagna vanta uno straordinario patrimonio artistico e culturale, eredità dei diversi popoli e delle diverse civiltà che ne hanno occupato il territorio nel corso dei secoli.

Mori, romani, visigoti, bizantini con le loro culture, abitudini di vita e culinarie hanno plasmato una terra multiculturale e ricca di contrasti, rendendo la Spagna una delle nazioni più ricche al mondo dal punto di vista culturale e artistico.

Uno degli appuntamenti annuali che racchiude l’essenza della cultura spagnola – ed è diventata negli anni una delle feste più internazionali e popolari – è senza dubbio la Feria de Abril, che si svolge a Siviglia verso fine aprile di ogni anno, solitamente due settimane dopo la Semana Santa (settimana di Pasqua).

Qualche settimana più tardi, solitamente a metà maggio, si svolge invece la Feria di Jerez de la Frontera. 

Origine della Feria de Abril

Venne istituita nel 1847 da due assessori (uno basco e l’altro catalano) che, animati da spirito commerciale, pensarono ad una fiera dedicata all’agricoltura e l’allevamento; presto però il numero di “casetas” (casotti, gazebo) iniziò a superare quello di tre inizialmente previsto, gli animali da esporre iniziarono a diminuire e prese sempre più piede il desiderio di renderla un avvenimento sociale.

Come si svolge la Feria de Abril

Ufficialmente la festa inizia alla mezzanotte di lunedì con la prova dell’Illuminazione (Alumbrado), quando si accendono le migliaia di lampadine colorate; da quel momento, per una settimana, lo spazio fieristico di Siviglia si riempie di casetas che diventano un luogo di condivisione dove divertirsi in compagnia fin dalle prime ore del mattino.

Durante la festa le persone indossano i tipici abiti andalusi: gli uomini portano gli abiti campestri e le donne sfoggiano meravigliosi vestiti da flamenco o da gitane.

La Feria de Abril a Siviglia

L’originaria ispirazione rurale della festa viene rievocata mediante l’utilizzo dei cavalli, amazzoni, cavalieri e carrozze riccamente adornate.

Le casetas

Ma è all’interno delle casetas che si vive la fiesta: questi spazi sono pensati per accogliere famiglie, amici e invitati, omaggiandoli di prodotti tipici del luogo, bevendo vino, cantando e improvvisando Sevillanas.

Le “casetas” della Feria de Abril possono essere pubbliche o private; nel primo caso l’entrata è gratuita essendo di proprietà dei distretti municipali, club di tifosi del Bétis o del Sevilla -le due squadre di football locali-, Confraternite, associazioni imprenditoriali, partiti politici, organizzazioni varie.

La Feria de Abril a Siviglia

Le “casetas” private, in cambio, appartengono a gruppi di amici, famiglie, associazioni, che si riservano il diritto d’ammissione e stabiliscono il pagamento di una quota d’entrata.

La parte esterna è naturalmente aperta a tutti e, grazie al carattere aperto dei sivigliani, è possibile unirsi a loro ai festeggiamenti, magari provando a ballare flamenco.

La fiera diurna

La fiera diurna inizia alle tre del pomeriggio: s’assiste alla passeggiata dei cavalli e delle carrozze; mentre con molta calma la gente si reca al Recinto Feriale del Barrio de Los Remedios per pranzare e in genere ama rimanere seduta a tavola fino a pomeriggio inoltrato.

La Feria de Abril a Siviglia  La Feria de Abril a Siviglia

La fiera notturna

La fiera notturna, di contro, non vede sfilare cavalli e neppure carrozze: obbedendo all’Ordinanza Municipale, questi debbono abbandonare il Recinto alle 8 di sera.

La festa giunge al termine alla mezzanotte della domenica con uno spettacolo di fuochi d’artificio che dà appuntamento all’anno successivo.

Come disse un famoso scrittore facendo riferimento alla città, “i sivigliani vanno a vivere per sette giorni al Recinto Feriale. La caseta diventa la loro casa”

Tradizione gastronomica della feria de abril

Al tramonto del sabato e della domenica inizia la “noche del pescaito”: è costume servire una selezione di fritture di pesce (alici, calamari), accompagnata da bicchieri di manzanilla (tipico sherry locale) gelata.

Il resto dei giorni è dedicata alle tapas (jamòn iberico, formaggi, tortilla de patatas, frutti di mare di Sanlucàr de Barrameda, ecc).

Per pranzo la tradizione vuole che ogni casetas prepari un pranzo del giorno come las papas con chocos (patate con seppie) los garbanzoscon bacalao (ceci con baccalà) e altre specialità andaluse.

Tipici della Feria sono anche i churros, chiamati “calentistos” a Sivigia, accompagnati con cioccolata calda.

La Feria de Abril a Siviglia

Pescaito

La Feria de Abril a Siviglia

Churros con chocolate

Ah, dimenticavo: questo anno la Feria si terrà dal 30 di aprile al 7 di maggio.

Ti piacerebbe partecipare alla Feria? allora guarda le proposte di viaggio che ho preparato per l’Andalusia, cliccando qui


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017: Occhi da viaggio, All Rights Reserved | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: