HomeCosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regoleCosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Bologna, città della buona cucina per antonomasia, capoluogo del gusto e della passione per la tradizione, meta turistica di stranieri alla ricerca degli spaghetti alla bolognese e cittadini puristi del tortellino in brodo.
Ma quindi, cosa dobbiamo mangiare a Bologna? E’ arrivato il momento di ristabilire le regole.

La prima regola: non chiedete MAI gli spaghetti alla bolognese

Se non volete turbare gli abitanti locali, ricordatevi di non chiedere mai gli spaghetti alla bolognese (prossimamente scriverò un post spiegandovi il perché).
A farla da padrone nella cucina bolognese sono i primi: tagliatelle, tortellini, tortelloni, lasagne, fatti con la sfoglia tirata con maestria dalle sfogline del capoluogo felsineo.
E poi ci sono i salumi: la mortadella soprattutto, che nasce a Bologna e ha marchio IGP.
Durante i miei viaggi dedico sempre molto tempo alla ricerca del piatto tipico da assaggiare e mi ritrovo molto spesso nei ristoranti con la lista delle pietanze tipiche (scritte in lingua originale) nella mano destra e il cellulare in modalità wifi (nella mano sinistra) per tradurre il menu o guardare le foto e capire di cosa si tratta. E quindi ho deciso di creare ad arte questo menu per i turisti: quando andate nei ristoranti, sappiate che almeno uno dei piatti che vi ho riportato in questa immagine, va assaggiato perché è tipico.

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

 

 

 

 

ANTIPASTI:
1) Crescentine con affettati (nel modenese e nel reggiano sono chiamate Gnocco fritto): pasta lievitata e fritta che si usa per accompagnare salumi, formaggi morbidi e sottaceti. Per la ricetta, cliccate QUI

2) Spuma di mortadella: mortadella tritata e resa spumosa da ricotta, panna e parmigiano, da accompagnarsi su crostini

3)Squaquerone: formaggio morbido (lo si può mangiare anche dentro alle crescentine con il prosciutto crudo)

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Crescentine con affettati

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Spuma di mortadella

 

 

 

 

 

 

 

PRIMI PIATTI:
1) tagliatelle al ragù (RICORDATE: gli spaghtti all bolognese non esistono)

2) tortelloni burro e oro (con burro e pomodoro)

3) tortellini in brodo (i puristi della cucina tradizionali sostengono che vadano mangiati rigorosamente in brodo ma li troverete asciutti, anche alla panna. Questi ultimi solitamente si fanno quando avanzano quelli in brodo e vengono tirati con la panna per rimediare un piatto pret a porter)

4) lasagne verdi (alla sfoglia si uniscono gli spinaci. E’ un piatto unico perché molto tamugno, come dicono a Bologna, ovvero sostanzioso. Per la ricetta, cliccate QUI)

5) balanzoni (tortelloni verdi da mangiare con burro e salvia)

6) zuppa imperiale (zuppa in brodo con crostini fatti con uova, semolino, parmigiano e noce moscata)
gramigna con salsiccia (pasta tipica arricciata tirata con salsiccia)

7) gramigna con salsiccia (tipo di pasta arricciata con ragù di salsiccia)

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Tagliatelle al ragù

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Tortelloni burro e oro

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Tortellini in brodo

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Lasagne

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Balanzoni

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Zuppa imperiale

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CONTORNI:

1) friggione (cipolle cotte e appassite nella salsa di pomodoro. Per la ricetta, cliccate QUI)

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Friggione

 

 

 

 

 

 

 

SECONDI:
1) cotoletta alla bolognese (carne impanata e fritta, servita con una fetta di prosciutto crudo sopra e grondante di panna. Per la ricetta, cliccate QUI)

2) fritto alla bolognese (crema fritta, verdure fritte, formaggio fritto e pollo fritto. Per la ricetta, cliccate QUI)

3) bollito (carne bollita servita con salsa verde di prezzemolo)

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Cotoletta alla bolognese

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Fritto alla bolognese

 

 

 

 

 

 

 

 

DOLCI:
1) certosino (dolce natalizio con cioccolato, mandorle, pinoli e canditi. Per la ricetta cliccate QUI)

2) pinza (dolce ripieno di mostarda)

3) zuccherotti montanari (biscotti friabili aromatizzati con semi di finocchie e glassati)

4) zuppa inglese (dolce al cucchiaio con pan di spagna crema pasticcera, crema di cioccolato e alchermes)

5) pesche all’archermes (pan di spagna imbevuto di alchermes e ciccolato fatti a forma di biscotto semisferico)

6) torta di riso (torta fatta con riso cotto nel latte)

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Certosino

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Pinza

 

 

 

 

 

 

 

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Zuccherotti montanari

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Zuppa inglese

 

 

 

 

 

 

Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

Pesche all’alchermes

 

Qualore decideste di realizzare a casa vostra dei piatti della cucina tipica bolognese, provate a guardare in questa pagina

A questo punto non mi resta che augurarvi buon appetito a Bologna, la grassa.

 


2 Comments to Cosa mangiare a Bologna: ristabiliamo le regole

  1. patrick ha detto:

    Tutto vero, da bolognese la ritengo una bella lista esaustiva e corretta. Non sono un ‘talebano’ dei tortellini in brodo e li ritengo accettabilissimi (anche se mia nonna non li avrebbe mai fatti) anche al burro o alla panna, fra l’altro assai più adatti all’estate. 🙂

    Ciao, a presto!

    • occhidaviaggio ha detto:

      Grazie mille per il tuo commento da “bolognese doc”. Ti dirò la verità: io i tortellini li mangio anche con la panna, anzi mi piacciono moltissimo (sssh, che non lo sappiano le zdaure!!!).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2017: Occhi da viaggio, All Rights Reserved | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: